top of page
Cerca

Vitamina C per gli sportivi nel periodo invernale




La vitamina C non è solo il classico rimedio per la cura del raffreddore... è la vera risorsa che potenzia ogni passo della corsa. Prima di tutto è un forte antiossidante ed è uno scudo che combatte lo stress ossidativo e protegge i muscoli dai vari ed eventuali effetti dannosi dell'allenamento intensivo. Ma la sua importanza va ben oltre la protezione contro i germi. Questa vitamina, infatti, è la chiave per un sistema immunitario compatto. Non puoi permetterti di rallentare a causa di malattie. Essa non solo rafforza le difese immunitarie, ma garantisce di affrontare ogni chilometro senza sosta.


QUANTA ANDREBBE ASSUNTA OGNI GIORNO?

Secondo la tesi della medicina ufficiale, un'alimentazione varia ed equilibrata è in grado di fornire da sola tutti i nutrienti necessari al buon funzionamento dell'organismo. La stessa cosa vale anche per l'atleta, che nonostante "consumi di più" è portato ad alimentarsi in maniera più ricca, aumentando, di conseguenza, l'apporto dei vari nutrienti.

In virtù delle preziose proprietà antiossidanti dell'acido ascorbico, è consigliata un'integrazione regolare e costante di quantitativi variabili tra i 180 ed i 1000 mg al giorno (0,18/1 grammo).

La vitamina C non è solo un arricchimento da apportare occasionalmente; è un elemento fondamentale della strategia di allenamento.

Sempre secondo la medicina ufficiale, il limite massimo di assunzione giornaliera, che molto probabilmente non presenta alcun rischio di effetti avversi nella maggior parte dei soggetti sani, è di 2000 mg. Questa soglia è riferita all'apporto complessivo di vitamina C (alimenti più eventuale integrazione). Gli effetti collaterali più importanti che possono comparire a dosaggi superiori includono cefalea, disturbi del sonno, rossore in viso e disordini gastrointestinali (acidità di stomaco, nausea, vomito e diarrea).

A livelli di assunzione normali, viene assorbita una quota di acido ascorbico variabile tra il 70 ed il 95% della dose ingerita. Tale percentuale può comunque variare, anche in misura notevole, in relazione al dosaggio assunto, spostandosi verso il 100% quando l'apporto è particolarmente basso e scendendo anche sotto il 20% quando l'acido ascorbico viene assunto a dosi elevatissime (12 g). Sulla base di queste evidenze fisiologiche, frazionare l'apporto integrativo di vitamina C in più dosi, da assumersi al momento dei pasti, potrebbe teoricamente aumentare l'assorbimento intestinale di vitamina C. Una volta migliorato l'assorbimento intestinale, ci si scontra contro un altro ostacolo, rappresentato dalla soglia di riassorbimento renale. Se le concentrazioni plasmatiche sono troppo elevate, infatti, la vitamina C in eccesso viene rapidamente allontanata dall'organismo attraverso le urine; è quindi importante, sempre in linea teorica, che l'assorbimento gastro-intestinale sia graduale. In questo modo quel poco di vitamina C che entra in circolo fa in tempo ad essere captato dalle cellule bisognose, senza accumularsi troppo con il rischio di essere eliminato con le urine.


PERCHE' DOVRESTI ASSUMERE VITAMINA C PER MIGLIORARE LA CORSA?

Migliora la resistenza, accelera la guarigione muscolare e combatte in modo naturale l'affaticamento.

Correre non è solo una questione di gambe forti, ma anche di un sistema cardiovascolare sano ed efficiente. La vitamina C aiuta a mantenere sane le arterie, incrementando la capacità di resistenza durante la corsa.

I runner conoscono bene l'importanza di recuperare velocemente dopo un allenamento molto intenso. Questa vitamina è necessaria anche per la sintesi del collagene, il tessuto connettivo che supporta muscoli e articolazioni. Assicurati, quindi, di avere abbastanza vitamina nel tuo sistema per accelerare il recupero e ridurre il rischio di infortuni.

Niente è più duro di sentirsi esausti durante una corsa. La vitamina C offre un aiuto al corpo al fine di assorbire il ferro, utile per la produzione di energia.


IN CHE CIBI TROVARE LA VITAMINA C

agrumi, come arance e pompelmi, sono le vostre armi vincenti ricchi di vitamina C.

Fragole, kiwi, mango e broccoli sono altrettanto potenti,





Prof. Enrico Olivieri

  • 👉Personal Trainer

  • 👉Preparatore Atletico

  • 👉Chinesiologo

  • 👉Esperto di Biomeccanica e Fisiologia del Movimento

  • 👉Ideatore STRIKEFIT.IT

  • 👉Co-Ideatore RUNPIU.IT


17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page